Passione da blog per la cucina

Passione da blog per la cucina

Lo chef Omar Gamberini debutta nell’editoria pubblicando il libro “L’Avvocato Del Diavolo: Processo Al Ragù” (Coeplus Edizioni, Ottobre 2016), raccolta di ricette sulle varianti del ragù, scritta da un bolognese “doc” con la grande passione per la cucina. L’opera “L’Avvocato Del Diavolo: Processo Al Ragù” sarà pubblicata anche come eBook (rif.: Omar Gamberini / “L’Avvocato Del Diavolo: Processo Al Ragù” pp. 172, prezzo da definire) e in vendita su Amazon e su altri market place.

Avete mai pensato che il famoso ragù alla bolognese potesse essere declinato in versione vegana? Sembra una contraddizione in termini, eppure l’istrionico chef Omar Gamberini è riuscito a tirare fuori dal cilindro una ricetta del ragù vegano che non farà leccare i baffi solo ai vegani ma, ne siamo quasi certi, anche a coloro che in questo momento stanno storcendo il naso.

Innanzitutto, bisogna chiarire che il cuoco Gamberini –come si legge dal suo blog di cucina- è Emiliano doc, vive e lavora a Bologna, ha appreso i segreti della cucina tradizionale italiana dai suoi nonni che, fin da quando era bambino, gestiscono un ristorante, e che ha una profonda, viscerale passione per la cucina e per la cura dei commensali. Non si tratta quindi di un ‘tradimento’ nei confronti del famigerato e tradizionale ragù alla bolognese, ma anzi di un ulteriore atto di amore per la cucina. D’altronde, ogni variante che viene apportata a qualche ricetta tradizionale, viene sempre vista di cattivo occhio fino a quando…non la si assaggia! Andiamo quindi a scoprire più da vicino la ricetta dello chef Omar Gamberini del suo ragù alla bolognese vegano. Innanzitutto l’ingrediente principale che, se nel ragù tradizionale è rappresentato dalla carne macinata, nella versione vegana vede come protagonista invece il seitan.

Cos’è il seitan? Si tratta di un impasto composto di grano tenero e farro e viene usato molto nelle ricette vegetariane e vegane. Ecco gli ingredienti del ragù alla bolognese vegano: circa 300 ml di passata di pomodoro (ricordate che il seitan assorbe di più del macinato di carne), 2 etti di macinato di sitan (reperibile nei negozi specializzati in vendita di prodotti per vegani, ma anche in supermercati molto forniti), e il classico soffritto composto da cipolle, carote, sedano, aglio, olio, sale, basilico e alloro. Il procedimento è lo stesso del ragù classico alla bolognese ma, come assicura lo chef Omar Gamberini, il sapore del ragù vegano è altrettanto pieno e sorprendente. Provare per credere!